Recensione: Heartstopper #2 di Alice Oseman

Heartstopper 2

  • Titolo: Heartstopper #2 
  • Autore: Alice Oseman
  • Casa Editrice:  Hodder Children’s Books
  • Data pubblicazione: 11 Luglio 2019
  • Prima edizione italiana: Inedito
  • Pagine: 320
  • Trama: (tradotta dalla trama presente su amazon) Nick e Charlie sono migliori amici. Nick sa che Charlie è gay e Charlie è sicuro che Nick non lo sia.
    Ma l’amore funziona in modi sorprendenti e Nick sta scoprendo ogni tipo di cosa sui suoi amici, la sua famiglia…e su lui stesso.
    Heartstopper parla di amicizia, lealtà e malattia mentale. Affronta insieme tutte le piccole storie della vita di Nick e Charlie, storie che insieme formano qualcosa di più grande, che parla a tutti noi.

Un mese fa è uscito in Italia il primo volume della serie di graphic novel Heartstopper e io ve l’ho recensito qui. Amo Alice Oseman sin dal suo primo romanzo Senza nuvole (Solitaire) che ho recensito qui, per cui ero curiosissima di questi nuovi volumi editi in Italia dopo molti anni. Il primo libro però non è riuscito a convincermi molto: le aspettative erano appunto molto alte e invece mi sono trovata a leggere un capitolo strettamente introduttivo sui personaggi e la trama, ancora lontana dal venir sviluppata. Ve la faccio breve (anche perché ne ho già scritto una recensione): ho deciso di leggere subito il secondo volume (ancora inedito in Italia) in inglese per dare una continuità al primo capitolo e per farmi davvero un’idea sulla trama e sui temi. Tutto questo grazie ad un mio amico che mi ha prestato il libro e mi ha rassicurata sulle mie aspettative (grazie Leo♥). Tra l’altro mi ha anche spiegato che nel Regno Unito i primi due volumi sono stati fatti uscire in libreria (erano già editi su tapas.io) a distanza di pochi mesi, proprio considerando la loro continuità assoluta.

71rmn5Q-VRL

Effettivamente, girata l’ultima pagina ho tirato un bel sospiro di sollievo e sono stata felice di poter dire “mi è piaciuto!”. Ritroviamo Nick e Charlie proprio dove li avevamo lasciati, a torturarsi ognuno nei suoi dubbi e rimpianti dopo la sera della festa. Da qui in poi ha inizio una storia di scoperta l’uno dell’altro e di ognuno nei confronti di se stesso. Questo è particolarmente vero per Nick, che si trova a dover ricostruire tutte le sue certezze, a ridefinire i suoi sentimenti per Charlie e soprattutto a ridefinire sé stesso.
È così facile capire chi si è, scucirsi di dosso un’identità che si pensava fosse la propria? Onestamente non lo so. L’ho visto fare a Nick e ho visto Charlie che lo aspettava e guardava con amore e ho anche visto Alice Oseman raccontarlo e illustrarlo in modo leggero, ma non per questo superficiale. Mi è piaciuto il modo in cui i due personaggi, sebbene già presentati nel primo volume, abbiano acquistato delle caratteristiche che me li rendevano riconoscibili ad ogni pagina. Onestamente non me lo sarei aspettato da una graphic novel. 

hearstopper-vol.-2-bp1

Mi sono piaciuti i disegni: certo, li avevo già visti nel primo volume, ma il fatto che fossi più coinvolta dalla lettura me li ha fatti apprezzare di più (o forse sono davvero migliorati?). Mi sono trovata spesso a fissare alcuni disegni per diverso tempo, trovandoli molto molto belli nella loro semplicità.
Ho letto tante recensioni del primo volume in cui questo veniva esaltato per il fatto di trattare temi importanti. Direi che questa definizione è decisamente più calzante ora: queste vignette in bianco e nero sono state in grado di farmi riflettere molto e molto a lungo. Un aspetto in particolare mi ha portata a guardarmi intorno: quanto può essere dannoso e doloroso l’impatto del giudizio altrui, magari esposto in un momento in cui la stessa persona non ha ancora trovato gli strumenti per definirsi e identificarsi.
Credo che Charlie abbia affrontato il giudizio altrui in un momento in cui era già riuscito a conoscersi e definirsi. Questo non rende la cosa meno crudele e insensata, ma mi fa invece pensare a Nick, che si sta ancora guardando dentro, esplorando la sua identità e che potrebbe trovarsi nel mondo reale ad affrontare giudizi da sconosciuti che credono di sapere. Forse è semplicemente il concetto di pregiudizio quello che sto cercando di criticare, ma spero che la mia riflessione abbia un qualche senso.
E spero che leggiate questo libro e che esca presto in Italia, così che più persone possibile possano leggerlo e innamorarsi di una bella storia d’amore e di mille altre cose. E avere a disposizione gli strumenti per riflettere con naturalezza, prendendoli da semplici disegni ma forse non tanto semplici.

61qGTPTllPL

♥ ♥ ♥ ½


→Vuoi acquistare il libro? Clicca qui!←

Alice Oseman: (1994) è una scrittrice e illustratrice inglese. Ha scritto vari romanzi Young Adult, di cui solo uno tradotto in Italia: Solitaire (Senza Nuvole, Newton Compton 2015). A maggio 2020 Oscar Mondadori comincia a pubblicare la serie di graphic novel Heartstopper, di cui in Inghilterra sono già stati pubblicati i primi tre volumi. La casa editrice ha anche annunciato la prossima pubblicazione di altri romanzi dell’autrice.

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...