Peter Pan tra le pagine #12

Peter Pan 2

Ronja.jpgTitolo: Ronja
Autore: Astrid Lindgren
Editore: Mondadori Junior
Data uscita: 1981
Prima edizione italiana: 1992

Pagine: 205
Trama: Figlia di un brigante, nata e cresciuta in un diroccato castello circondato da una foresta incantata, Ronja è una ragazzina imprevedibile e audace, che si muove senza timore tra creature fatate e i pericoli di una natura selvaggia. Sarà la sua contrastata amicizia con Birk, figlio del capo di una banda rivale, a portare infine la pace e la serenità nella foresta, appianando i contrasti che da anni dividono i loro padri, i briganti Borka e Matteo. Una meravigliosa fiaba piena di poesia, che ci parla di valori come l’amicizia e la solidarietà, disegnando il ritratto di una ragazza diversa da tutte le altre.
Età: dai 13 anni
Opinione personale: Anche questo titolo apparteneva alla famosa lista che ci consegnò la mia professoressa delle scuole medie. I ricordi che vi associo sono quello “Uh, lo ha scritto la stessa autrice di Pippi Calze Lunghe“, e “Uh, che belli i numeri di pagina sul lato invece che sul fondo!”. Se devo essere sincera la trama la ricordo a grandi linee: mi restano oggi quella gelosia/ammirazione per un’amicizia così bella, avventurosa ma in fondo semplice e tante tante atmosfere realmente fiabesche, tra realtà e fantasia. 

Lo StraliscoTitolo: Lo stralisco
Autore: Roberto Piumini
Editore: Einaudi ragazzi
Data uscita: 1987
Pagine: 110
Trama: Sakumat, pittore turco, è chiamato ad abbellire le pareti bianche fra cui, segregato per strano malanno, vive un bambino. Ma come il rapporto tra il pittore, il bambino e suo padre, non sarà un semplice contratto d’opera, ma un patto generoso e totale, cosí le figure che nasceranno e vivranno sulle pareti non saranno ornamento, fino a quella culminante e decisiva del fiore-lucciola. Lo stralisco è la storia di una amicizia delicata e assoluta: se si preferisce, una fiaba sul potere d’amore.
Età: dai 9 anni
Opinione personale: De Lo Stralisco ho sicuramente ricordi più vividi, avendolo riletto di recente: una mia amica infatti me lo ha consigliato non molto tempo fa, e a me, avendolo già letto, è venuta voglia di rileggerlo. Se posso azzardare un paragone, oggi che ho letto Le notti bianche di Dostoevskij, vi riconosco le stesse atmosfere tra sogno e realtà, tra magia e dolore dell avita vera. La cosa che più mi piace di questo libro è il modo in cui riesce a dare importanza all’opera d’arte, abbattendo tutti i confini tra essa e la realtà. In questo modo riesce anche a dare una forza bellissima alla creatività, un potere che si comprende solo tramite una metafora così semplice eppure capace di cogliere tutta la complessità. Inoltre per i bambini, che non hanno ancora costruito un confine così netto tra la loro creatività e tutto il resto, questa lettura è ancora più affascinante.

I magnifici dieciTitolo: I magnifici dieci
Autore: Anna Cerasoli
Editore: Sperling & Kupfer
Data uscita: 2001
Pagine: 185
Trama: Filippo, detto Filo, è un bambino molto fortunato: ha un nonno professore di matematica in pensione che tanto ama il suo ex lavoro e che sente un po’ di nostalgia dei suoi allievi. E allora il vivace nipotino diventa l’alunno preferito, ma non il solo, perché l’arzillo insegnante, desideroso di condividere il suo sapere con chiunque gli capiti a tiro – anche la vicina di casa antipatica -, risponde in modo semplice alle prime difficoltà matematiche del ragazzino e chiarisce alla donna nozioni confuse dei tempi della scuola. Per sfatare quell’aura severa che da sempre circonda l’argomento, il nonno di Filo presenta i concetti in modo facile, utilizzando esempi pratici, riferimenti storici e collegamenti con la realtà.
Età: dagli 8 anni
Opinione personale: I magnifici dieci me lo comprò mia mamma non ricordo quanto tempo fa. È uno dei libri che ricordo con più affetto: introduce al mondo della matematica attraverso la stessa esperienza vissuta da un bambino. Ci sono aneddoti, storie che si nascondono dietro ogni numero, ogni calcolo. Ma poi ci sono delle illustrazioni bellissime, tabelle, spiegazioni illustrate, disegni. Credo che sarebbe bello per molti bambini leggerlo, affrontare la matematica, o quello che per loro è ancora semplicemente il mondo dei numeri, in un modo nuovo, più vivo, che attraversi la storia e si confronti continuamente con la realtà. Lo consiglio assolutamente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...