Recensione: Tra le braccia di Morfeo di A.G. Howard

Ecco la recensione dell’ultimo libro che ho finito di leggere. Se non avete letto il primo capitolo della saga, e non volete spoiler di quello che accade lì, vi consiglio di non leggere questa recensione. La saga in questione è Splintered e qui trovate la recensione a Il mio splendido migliore amico (Splintered #1)

Tra le braccia di Morfeo

  • Titolo: Tra le braccia di Morfeo (Unhingend)

  • Autore: A.G. Howard

  • Casa Editrice: Newton Compton Editori
  • Data pubblicazione: 7 Gennaio 2014
  • Prima edizione italiana: 20 Ottobre 2015
  • Pagine: 416
  • Genere: Fantasy, Young Adult
  • Trama: Ha salvato la vita di Jeb, il ragazzo che ama, è sfuggita alle macchinazioni dell’inquietante e seducente Morpheus e alla vendicativa Regina Rossa. Ora tutto quello che deve fare è prendere il diploma per realizzare il suo sogno e frequentare una prestigiosa accademia d’arte a Londra. Sarebbe tutto più semplice se sua madre, appena uscita da una casa di cura, non si comportasse sempre in modo eccessivamente protettivo e sospettoso. E se il misterioso Morpheus evitasse di farsi vedere in giro per la scuola e non la tormentasse proponendole una pericolosa missione, un’altra sfida al Paese delle Meraviglie, a cui lei, almeno in parte, appartiene…

Opinione personale:

tumblr_static_tumblr_static__640Ho lasciato passare fin troppo tempo prima di leggere il secondo capitolo di questa meravigliosa saga: ho deciso di prenderlo in mano quando il terzo e ultimo libro ha fatto capolino tra le prossime uscite. Infatti, il 5 Maggio è la data designata per l’uscita de Il segreto della regina rossa.
Per chi non conoscesse la saga e ha comunque deciso di avventurarsi in questa recensione, si tratta di una rivisitazione moderna e in chiave gotica di Alice del paese delle Meraviglie.
Alyssa l’avevo lasciata a casa con Jeb, in allerta per la resa dei conti. L’ho ritrovata alla viglia del ballo di fine anno, un anno dopo, di una vita all’apparenza normale, fatta eccezione per quadri di sangue che si dipingono da soli, e altri insignificanti particolari. Ma, se non va lei al Paese delle Meraviglie, è inevitabilmente lui che va da lei. E con lui intendo anche LUI. Morpheus. E questo basta a dare inizio alla storia. 

Uno fa quel che deve, per proteggere ciò che ama.

Il cambio di ambiente non lascia però che passi in secondo piano la capacità artistica dell’autrice. Mi ero innamorata la prima volta della sua fantasia: intanto crea dei mondi talmente originali e incredibilmente dettagliati. Ma poi il modo in cui li crea: vividi, brillanti, vivi.  E i personaggi allo stesso modo, anche se, a dispetto della mia attenzione per essi, quando leggo la Howard preferisco lasciarmi travolgere dai luoghi, dai colori che ci sono, li vedo. Un sogno al 100%.images (11)
Questa volta si è data tanto da fare nel costruire un passato a molti dei personaggi prima lasciati in secondo piano, a cominciare dal padre di Alyssa. Ed è riuscita in questo modo a dare il meglio di se, costruendo storie nella storia, incastri perfetti di ricordi passati, presente e futuro.
Morfpheus lo amo. È un personaggio che catalizza l’attenzione su di sé e lo fa bene. Si potrebbe dire che ha un’ottima presenza scenica. Nel triangolo che c’è tra lui, Alyssa e Jeb, io inevitabilmente tifo per lui. Perché è snervante, scorretto, sì, sicuramente, ma ha una parte buona difficile da scorgere, ma preziosa e pura. E poi l’aria di magia che c’è tutt’intorno a quello che fa. 

Nell’istante in cui l’ho guardato negli occhi l’ho conosciuto.


Rispetto al primo romanzo, ricchissimo di eventi, questo è un po’ più leggero, ma solo se in relazione al precedente, appunto: non mancano i colpi di scena, i punti di svolta e di fiato sospeso, ma le vicende sono più concentrate. Se devo essere sincera, Il mio splendido migliore amico, era aimages (12)rrivato, con mio grande dispiacere a non catturarmi più, in certi punti. Questa volta no: questa volta l’ho letto con trasporto (ci ho messo tempo, ma non è stata colpa del libro), immersione completa.
Ma il finale, che cos’è stato! Intanto è rimasto in linea con il resto del libro, inaspettato, geniale, che scopre tutta la bravura dell’autrice. Poi è a suo modo ironico, in un modo macabro, dalle tinte scure ormai familiari.
Non vedo l’ora che esca il seguito (per fortuna mancano pochissimi giorni!): se avete letto il primo capitolo, scommetto che non vi siete lasciati sfuggire questo. Se lo avete fatto, vi conviene rimediare prima del 5 Maggio!

«Non appartengo a quel posto».
«Invece sì. Per la persona che sei. Per cosa sei.
Una metà selvaggia, traboccante di curiosità oscure e affamata di tutto ciò che è folle. Ma l’altra metà leggera e luminosa – piena di coraggio e di lealtà».
Si morde il labbro inferiore, un gesto così discreto
che l’avrei potuto immaginare.
«Niente può spezzare le catene con cui
imprigioni il mio cuore. Perché tu sei il Paese delle Meraviglie».

Il mio voto:

cuoricino-piccolino (106x95)cuoricino-piccolino (106x95)cuoricino-piccolino (106x95)cuoricino-piccolino (106x95)

L’autrice:
A.G. Howard:Vive nel Nord del Texas. Trae ispirazione per le sue storie da tutte le cose imperfette che incontra. Cerca sempre di dar vita a personaggi che raccontino ogni sfumatura degli esseri umani e poi, per dare un brivido in più ai lettori, si diverte a mettere sottosopra il loro mondo. È sposata e madre di due figli. Con Newton Compton ha pubblicato Il mio splendido migliore amico, Tra le braccia di Morfeo e Il segreto della Regina Rossa.

Annunci

4 pensieri su “Recensione: Tra le braccia di Morfeo di A.G. Howard

  1. Mannaggia a me che devo ancora leggerlo! Lo sto rimandando da un bel po’ e nemmeno so perché. Il primo mi aveva stregata e dalla tua recensione mi viene solo da pensare che col secondo finirò di innamorarmi del mondo creato dall’autrice e dai suoi personaggi fantastici, in particolare Morpheus. E’ proprio come dici tu: hai una capacità di creare ambienti talmente vividi da riuscire ad immaginarli in ogni dettaglio, così come di creare personaggi intensi e profondi a cui affezionarsi e sentir vicino, anche nella follia!
    Oh sì, credo proprio che questo weekend mi ci butterò prima dell’uscita del terzo ❤

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...