Recensione: La verità, vi spiego, sull’amore di Enrica Tesio

La verità, vi spiego, sull'amore

  • Titolo: La verità, vi spiego, sull’amore

  • Autore: Enrica Tesio

  • Casa Editrice: Mondadori
  • Data pubblicazione: 17 Febbraio 2015
  • Pagine: 240
  • Genere: Narrativa italiana
  • Trama: Aprire questo libro è un’esperienza sorprendente, capace di portare allegria nella più grigia delle giornate. Proprio come entrare in casa di Dora, la protagonista. Nel suo appartamento torinese potrete incontrare: i suoi due bambini, piccoli saggi e buffissimi; il loro tato Simone, magari sul balcone intento a fumare (meglio non chiedersi che cosa); Sara, la migliore amica senza figli di Dora, stavolta alle prese con la decisione più difficile; il massimo del disordine che una donna nata alle nostre latitudini possa sopportare; un paio di nonni molto diversi da quelli delle pubblicità; un quadro con un pappagallo zampe all’aria, in grado di infondere pace a chi lo guarda; un sacco di ricordi felici sospesi nell’aria – quelli del tempo in cui il padre dei bambini, nonché compagno di Dora, abitava ancora in quella casa –, diversi angoli dove ristagna la malinconia per tutto ciò che invece non è stato o non sarà, e grandi finestre per lasciar entrare il sole. Zitti, se fate attenzione sentirete bussare alla porta! È un giovane vicino di casa, decisamente sexy a dirla tutta, ed è qui per Dora. Ma eccola che arriva, Dora, è appena sveglia e già sa che dovrà correre, e correre, sempre in ritardo su tutto, da vera “madre Gazzella”: due bambini, un lavoro, un mutuo e una separazione con cui fare i conti. La storia di questa giovane donna coraggiosa, anticonformista e piena di vita, e di tutto il mondo che la circonda, fa riflettere proprio perché prende forma in scene esilaranti o tenere, sempre profondamente sincere.

Opinione personale:

Resting Vi avevo già parlato del modo in cui sono venuta a conoscenza di questo libro, del bel blog dell’autrice, che però non ricordo se l’ho cercato prima o dopo aver saputo del libro. Ad ogni modo, la scorsa settimana, mi sono decisa ad iniziarlo. 
Dora vive a Torino con i suoi due figli, Pietro e Micol; è stata lasciata da due mesi dal suo compagno (di vita) e padre dei bambini, che vive a Milano. Sara è la sua migliore amica, Simone (nuovo ragazzo di Sara) diventa ben presto il suo tato. E poi c’è Enea, che compare nell’appartamento accanto, venticinque anni, gentile e intelligente. 
La trama è lineare, i personaggi non sono molti, ma vi dirò, leggere questo libro mi è piaciuto.

Davide mi manca, ma mi mancava anche quando c’era. Eravamo soli, da un sacco di tempo, soli in due.

Dora è alle prese con una delle sfide più difficili della sua vita: ridisegnare i piani, smontare quello che avdownload (7)eva sognato, come farebbe per un mobile dell’ikea, e ripartire. Ripartire dai suoi figli, il centro del suo mondo, del mondo di una donna che si sente mamma prima di tutto, ma che non è solo questo. È una donna, un’amica, una figlia, un’amante. E così emerge pagina dopo pagina in tutta la sua personalità esplosiva. 
Mi ha fatto ridere tantissimo, con quell’ironia che parte dalle cose semplici, che racconta scene di vita quotidiana mettendone in evidenza gli aspetti divertenti, quelli che tutti vivono in un modo o nell’altro e in cui possono riconoscersi. Mette in ridicolo luoghi comuni, tradizioni inutili, ma sempre con un tocco delicato. L’ironia è per Dora una finestra sul mondo, un modo per affacciarsi alla vita. Per le mamme forse sarebbe particolarmente bello da leggere perché potrebbero immedesimarsi molto di più e in molti più momenti. Ma vi assicuro che anche per me, diciottenne, leggere una trentenne alle prese con il mondo, è stato un viaggio emozionante. 

Ma poi penso che un bambino abbia il diritto di fare un cazzo di “vola vola vola” come si deve, ogni volta che lo desidera, appeso alla mano sinistra della madre e alla destra del proprio padre. E allora sono assalita dai sensi di colpa.

È vero che in alcuni tratti si nota l’assemblaggio di post del blog (Tipi di mamme al parco, Tipi di padri al parco, che ho adorato, la nonna materna e la nonna paterna…), ma valutato nel complesso quest’assemblaggio funziona, è, come ho detto, un modo di guardare il mondo e di parlarne, di viverlo. Dà un tocco di leggerezza a una storia che forse raccontata da una qualsiasi altra autrice incapace di non risultare volgare pur usando parolacce, sarebbe stata una vicenda strappalacrime. Invece, la Tesio riesce ad alternare momenti di percezione del dolore di una abbandono, della fine di un amore che si è spento piano piano, a momenti ugualmente profondi di gioia pura, quella di una mamma (non madre), a tratti in cui ci si lascia andare non ad ukissan sorriso, ma ad una vera e propria risata.
Da quello che so, dal blog, ci sono elementi autobiografici, e ho presupposto che anche molte sensazioni della protagonista lo fossero: ecco, riesce a renderle benissimo!
Ve lo consiglio, perché tirando le somme resta una lettura semplice, che passa in fretta, che fa ridere, ma amaramente, che lascia speranza, e forza per andare avanti. Perché c’è bellezza nella vita, e c’è dolore. Ma viverla così, come fa Dora sembra la soluzione giusta. E così desidererete essere come lei, avere un’amica come Sara, un amico come Simone, un Enea tutti vostro anche se per poco, uno spirito così giovane dentro. 
Non è impegnativa, a tratti è anche leggera, ma mai banale o priva di spessore, prendetela così, con un sorriso.

Davide mi ha lasciata”
“Magari è solo un momento”
Eccolo lì, lo sguardo che ha segnato una generazione, lo riconoscerei tra mille. Sono gli occhi di chi aspetta da vent’anni che Dylan e Brenda tornino insieme. Adoravo Beverly Hills 90210, un telefilm da dieci stagioni, Brenda e Dylan stanno insieme solo nella prima, addirittura l’attrice che interpretava Brenda a un certo punto esce dal cast, eppure ho visto tutte le altre nove serie nella speranza che i due si rifidanzassero. 
So per certo di non essere stata la sola. È dura da mandare giù ma è così: Dylan non abita più qui.

Il mio voto:

cuoricino-piccolino (106x95)cuoricino-piccolino (106x95)cuoricino-piccolino (106x95)cuoricino-piccolino-106x95

L’autrice:
Enrica Tesio: Blogger e scrittrice torinese, Enrica Tesio ha due figli e due gatti, ed è separata.
Laureata in Lettere con indirizzo cinematografico, fa la copy da quando aveva vent’anni. Nel 2015 esce per Mondadori La verità, vi spiego, sull’amore

Annunci

2 pensieri su “Recensione: La verità, vi spiego, sull’amore di Enrica Tesio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...