Recensione: LovemeLoveme di Fabio Marcheselli

Ho terminato questo libro da un po’, ma ho voluto riflettere sulla rrecensione da scrivere: Mi ha lasciato cose positive e negative…

Lovemeloveme

  • Titolo: LovemeLoveme

  • Autore: Fabio Marcheselli

  • Casa Editrice: Lettere Animate
  • Data pubblicazione: 7 Ottobre 2014
  • Pagine: 109
  • Genere: Noir, Thriller
  • Trama: Alice, alias Lovemeloveme, ha diciassette anni e l’ingenuità di credere di poter vivere il suo primo amore come se fosse dentro una favola, nonostante la sua emotività sia intrappolata dentro un viaggio coast to coast tra paura di soffrire e voglia di amare. Tomas alias De Mill Klein, invece, è leader indiscusso del “branco”, affascinante e cinico.
    All’inizio tutto appare colorito e incasinato proprio come un murales, ma il loro amore è un amore scaleno che presto condurrà Alice in un vortice di dolore e a un epilogo in cui ogni aspettativa adolescenziale verrà spezzata.
    La storia si sviluppa e si intreccia tra passato (ieri), in cui vengono narrate le dinamiche relazionali e i disagi dei protagonisti e presente (oggi), in cui le indagini fanno il loro corso attraverso le abilità dell’ispettore Anedonia e del suo collaboratore Vitale, agli antipodi oltre che per il nome, per intuito professionale e per elementi caratteriali.

Opinione personale:

crimescene Ricordo che la trama di questo libro mi ha incuriosita sin da subito: mi aspettavo un giallo, un amore insolito, un’indagine. Le mie aspettative però non si sono del tutto realizzate: non ho trovato un giallo, perché il colpevole è chiaro sin da subito; non ho trovato un amore, perché LovemeLoveme ama, ma non è amata; non ho trovato un’indagine, quanto un trattato su come esse si svolgono.
Alice è la classica brava ragazza (mi dispiace dirlo, di solito non generalizzo mai) che si convince di aver trovato l’amore, quello che sogna, in un ragazzo a dir poco strano, De Mill Klein che però non riesce a vedere per ciò che è realmente. Lui, con i suoi amici Danni Cinquemani e GhettiRighezzi, è interessato solo ad una sfida, quello che vede in LovemeLoveme, ma che presto lo stuferà. L’ispettore Anedonia e Vitale, invece, fanno parte dell’oggi, con le loro indagini e le loro chiacchierate un po’ inutili, ma autentiche.

Morire a trentasei anni è un cachet troppo alto. A trentasei anni nessuno dovrebbe diventare un ricordo.

La trama è lineare, molto più di quello che immaginavo: niente colpi di scena, niente intrecci. I personaggi anche: fin troppo semplici.
Mi sta venendo fuori una recensione schematica, quindi ho deciso di semplificare il lavoro ai miei pensieri.
Cosa non mi è piaciuto:

  1. La semplicità della trama, scritta quasi come una cronaca;
  2. Il fatto che i personaggi siano pochi e vengano introdotti e immediatamente presentati: è innaturale dire il nome di qualcuno e raccontarne subito dopo la vita, il modo di vedere le cose, la storia familiare. Perfino l’avvocato viene presentato come se fosse incredibilmente importante ai fini della storia conoscerlo alla perfezionetumblr_lm76z1rCu81qzm6dgo1_500;
  3. Le spiegazioni fin troppo tecniche e specifiche dei procedimenti di indagine, come funzionano gli strumenti, le procedure legali;
  4. I discorsi tra Anedonia e Vitale che arrivano ad annoiare, troppo spesso, perché loro parlano di quadri, di donne, per pagine, senza scopo.

Finalmente il suo cuore aveva smesso di sbadigliare.

Cosa mi è piaciuto:

  1. Non avevo idea che Fabio Marcheselli fosse uno psicologo, l’ho scoperto solo ora, non appena ho cercato qualche riga biografica. Ma vi assicuro che si capisce: ogni personaggio è analizzato benissimo a livello psicologico. Se il fatto di presentarli completamente sin dall’inizio, a me personalmente non è piaciuto, è pur vero che da modo all’autore di spiegare il perché di ogni cosa;
  2. Il suo modo di scrivere, che ti fa immaginare ogni cosa, e usa frasi suggestive al momento giusto;
  3. Il propositimages (3)o (ben riuscito) di spiegare cosa ci sia dietro ad episodi simili di violenza, dai quali siamo circondati e di ricostruire ogni pensiero. E poi di continuare con la descrizione di cosa viene dopo, di come succedono certe ingiustizie;
  4. Adatta benissimo il comportamento di ciascun personaggio al ritratto che ne ha fatto inizialmente;
  5. La copertina.

Bene, che altro aggiungere? Non è stata una lettura spiacevole, ma non è il mio genere. Mi piace sperimentare e sono felice di averlo fatto. Ve lo consiglio, perché vi spiegherà bene molte cose, e vi farà capire: vi renderà palesi alcune storture psicologiche che non dovrebbero esistere, ma che purtroppo ci sono. 
Forse, essendo un genere particolare, a molti non piacerà del tutto. Non ho trovato una trama avvincente, né originale. Ma riconoscerete un gran bel ritratto di situazioni, purtroppo, quotidiane. 

LovemeLoveme ama perché è amata. È felice. È da qualche settimana che vive con la beatitudine di chi riesce a toccare il cielo con un dito. Tutto le appare colorito e incasinato proprio come un murales e tutto sembra ricondurre, quasi si trattasse di un cerchio fatato dipinto da chi sa chi, a quel ragazzo conosciuto alla classica festa di carnevale cui di solito nessuno vuole partecipare e che finisce, attraverso uno strano gioco del destino, per cambiarti la vita. LovemeLoveme ama perché amata.

Il mio voto:

cuoricino-piccolino (106x95)cuoricino-piccolino (106x95)cuoricino-piccolino-106x95

L’autore:
Fabio Marcheselliè nato e vive a Bologna. Psicologo forense, perito per il Tribunale di Bologna. Autore di pubblicazioni e contribuiti scientifici. LovemeLoveme (Lettere Animate, 2014) è il suo primo romanzo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...