Recensione: Misteri di una notte d’estate di Giulia Mastrantoni

Misteri di una notte d'estate

  • Titolo: Misteri di una notte d’estate

  • Autore: Giulia Mastrantoni

  • Casa Editrice: Edizioni Montag
  • Data pubblicazione: 22 Maggio 2015
  • Pagine: 55
  • Genere: Raccolta di racconti
  • Trama: Misteri di una notte d’estate è un susseguirsi di storie, tutte diverse, a tratti ironiche, tutte immerse in un mondo di assurdità e contraddizioni in cui gli stereotipi vengono scardinati e i segreti rivelati. C’è una vecchia solitaria che si imbatte in un gallo magico e inizia a rivivere la sua gioventù, uno Spiderman che va a ballare quando la moglie è in vacanza, un cane che non capisce gli uomini e che rivoluziona un tranquillo pomeriggio d’autunno. E poi c’è Elise, la giovane che non ne può più di essere un giocattolo sessuale e che è pronta a tutto pur di liberarsi di chi l’ha usata; Silvia e il suo alter ego sono le due adolescenti che affrontano la vita, chi coraggiosamente e chi rintanandosi nel proprio guscio. Un gruppo di personaggi, alcuni fiabeschi e altri incredibilmente reali, scenari che vanno dal non sense al thriller mentre le tinte si susseguono assecondate dalle sfumature della prosa e i personaggi prendono vita accompagnando il lettore nella propria storia.

Opinione personale:

La premessa importante da fare è che recensire un racconto non è la stessa cosa che recensire un romanzo, e per una raccolta di racconti vale la stessa cosa. Non si parla di un’altro genere, ma proprio di un’altra forma narrativa, quindi le recensioni non possono essere comparate: lo stile deve essere diverso, la caratterizzazione dei personaggi anche.
images 9(1)Detto questo, Misteri di una notte d’estate mi è piaciuto, anche se l’ho trovato insolito. Si compone di cinque racconti cioè Mistero di una notte d’estate, Il gallo di mezzanotte, Il corpo di Silvia e Beatrice non ama, Assalto al castello e Elise.

Scusa, Henry, ma siamo così giovani…abbiamo la vita davanti, non possiamo davvero decidere di mettere un anello intorno al nostro amore: l’amore deve crescere, nutrirsi di giorno in giorno del sentimento che l’amato suscita in lui, e un anello è come imporgli di restare perennemente nella taglia 42 senza permettergli di ingozzarsi del delizioso e calorico cioccolato della torta dell’amore.

Sono tutti scritti con uno stile molto acuto, che oscilla tra il non sense e il farti riflettere molto profondamente. Si alternano, infatti, momenti di ilarità, grazie a degli scambi di battute rapidi e quasi surreali, a situazioni quasi pesanti per la loro complessità e altrettanto surreali. La mancanza di amore è per esempio un tema ingombrante, sia in Il corpo di Silvia e Beatrice non ama sia in Elise: Silvia e Beatrice sono la stessa persona, eppure non lo sono, e vivono la stessa vita, ma in due modi diversi, che alla fine diventano uno solo, dovuto alla consapevolezza del non sapere amare. Elise è la protagonista dell’ultimo racconto, il più lungo, non vive il sentimento dell’amore, non è capace o forse non vuole, ma è ossessionata dal sesso in un modo malsano. Ecco, i temi trattati dall’autrice sono dilatati, esagerati come in una caricatura: ma guardando una caricatura, si capisce benissimo com’è l’immagine reale. La percezione è esattamente la stessa. 
Assalto al castello mi è piaciuto perché è divertente, ma ti fa ridere chiedendoti “Ma come le è venuto in mente?”; Il gallo di mezzanotte è un insieme di situazioni eccentriche e inaspettate, con un ritmo incalzante, sempre sul tema dell’amore, ma anche della fortuna; e il primo Mistero di una notte d’estate, mi ha fatto chiedere “Ma choriginale cosa sto leggendo?”, ma con il sorriso e continuando a voltare pagina. L’atmosfera era piuttosto quella di una commedia in cui personaggi disparati si ritrovano insieme in un paradossale equivoco.

Sapeva di avere il terrore della solitudine, ma sapeva anche che era l’unico modo in cui  sapeva stare.

Io non credo che questo sia il mio genere, né che sarei disposta a leggere sempre racconti o romanzi del genere, perché amo tutto un’altro tipo di sensazioni quando leggo, ecco perché nonostante l’entusiasmo della novità non posso dare un punteggio più alto (anche se la recensione non è il punteggio), oltre alla premessa che non sto recensendo un romanzo. Ma non avrei pensato neanche che il genere alla fin fine mi avrebbe lasciata con il sorriso, e la creatività va sicuramente premiata.
Le pagine sono solo 55, ma vi assicuro che sembrano di più perché sono un concentrato di eventi e personaggi. Ve lo consiglio per un pomeriggio piacevole e interessante, e una riflessione che sarà solo la caricatura di una riflessione.
E ve lo consiglio perché sono sicura che non avete mai letto nulla di simile. 

Siamo esseri complessi e pieni di anfratti tenebrosi, di ferite, di orribili complessi, Impariamo da tutto questo: impariamo a riempire di luce i nostri lati oscuri portandoli allo scoperto, ad accettare il fatto che tutti abbiamo delle ferite e che non sempre è possibile farle guarire,a vivere con al consapevolezza che la debolezza non è un ostacolo dietro l’angolo da evitare, ma è parte integrante di noi. La donna è unica.

Il mio voto:

cuoricino-piccolino (106x95)cuoricino-piccolino (106x95)cuoricino-piccolino (106x95)cuoricino-piccolino-106x95

L’autrice:
Giulia Mastrantoni:  laureata in Lingue all’Università di Udine, scrive da quattro anni sulle pagine del Messaggero Veneto per l’inserto Scuola, collabora con la rivista dell’Università di Trieste “Sconfinare” e pubblica regolarmente racconti, interviste e recensioni sul mash up online SugarPulp. Ha co-condotto per alcuni mesi un programma per band emergenti friulane, rockYOU. Ha pubblicato il suo primo libro Misteri di una notte d’estate per la casa editrice Montag Edizioni. Il suo secondo libro uscirà invece eBook per la Panesi Edizioni a Gennaio. 

Annunci

2 pensieri su “Recensione: Misteri di una notte d’estate di Giulia Mastrantoni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...