Recensione: Guida astrologica per cuori infranti di Silvia Zucca

Finalmente ho l’occasione di spiegarvi tutti i miei commenti negativi su questo libro, e se qualcuno l’ha letto sarei ben felice di avere un confronto con voi 🙂

Guida astrologica per cuori infranti

  • Titolo: Guida astrologica per cuori infranti

  • Autore: Silvia Zucca

  • Casa Editrice: Nord
  • Data pubblicazione: 8 Giugno 2015
  • Pagine: 468
  • Genere: Romantico
  • Trama: Trent’anni passati da un po’, single (non per scelta) e con un impiego che offre ben poche prospettive di carriera, Alice Bassi accoglie la notizia del matrimonio del suo indimenticato ex come il proverbiale colpo di grazia. Se non fosse ancora abbastanza, nella piccola rete televisiva per cui lei lavora arriva Davide Nardi. Sguardo magnetico e sorriso indecifrabile, Davide sarebbe il sogno proibito di Alice… peccato sia stato assunto come “tagliatore di teste”. Insomma: non ce n’è una che vada per il verso giusto. Ma poi Alice incontra Tio, un attore convinto di conoscere il segreto per avere successo: l’astrologia. Non quella spacciata sui giornali, bensì una “vera” lettura delle stelle, che esistono proprio per segnalarci i giorni più favorevoli per la sfera professionale o per farci trovare l’anima gemella. Seppur scettica, Alice decide di provare e inizia a uscire con uomini compatibili col suo segno zodiacale. Però, stranamente, l’affinità astrale non le impedisce di collezionare incontri sbagliati, fallimenti imbarazzanti e sorprese di cui avrebbe fatto volentieri a meno. Come non impedisce a Davide di diventare sempre più attraente. Tuttavia a lui Alice non osa chiedere di che segno sia. Perché ha paura che la risposta la deluda o, peggio, che la illuda. E perché, in fondo, spera che l’amore non abbia bisogno delle stelle per trovare la sua strada. 

Opinione personale:

Guida astrologica per cuori infranti l’avevo immaginato come una lettura leggera ma allo stesso tempo intensa: nel senso che l’astrologia e l’amore tormentato mi sembravano un mix che potesse funzionare. Ma il congiuntivo è rimasto anche dopo la lettura. Non è che mi aspettassi chissà cosa, quindi la mia delusione non è dovuta ad un tipo di lettura sbagliato. Vi anticipo anche che troverete solo commenti positivi, fatta eccezione per questo, e vorrei trovare una spiegazione a questa cosa.Alice Bassi è una donna tendenzialmente sfortunata in amore che, avendole provate tutte (dal cambio di arredamento allo yoga), si affida come ultima spiaggia all’astrologia, che conosce grazie a Tio. I disastri continueranno implacabili, ma anche lei implacabile continuerà ad affidarsi all’oroscopo, decidendo di fare di testa sua solo nei momenti meno opportuni.
Ok, poi c’è tutto il gran finale che non posso anticiparvi, ma che vi assicuro non è così grande.

Chiudo gli occhi. E penso alla cassetta di Dirty Dancing. «Nessuno può mettere Baby in un angolo.» E lei con sicurezza si alza e fa vedere a tutti di che pasta è fatta, anche se è bruttina e ha il nasone. La rivincita delle pseudozitelle.

L’intento di questo libro, che molti lettori hanno avvertito, ma io no, era quello di fare molta ironia con una protagonista comica: in realtà a me è sembrata tutta una forzatura, figuracce in rapida e inverosimile successione e una sfiga colossale che solo in pochi punti strappa un sorriso. Okay che l’esagerazione fa parte della comicità, ma diventa troppo inverosimile e rende anche pesante la lettura. images
Poi…il fatto di abbinare ogni personaggio al suo segno li appiattisce totalmente ad una caratteristica: e quindi c’è Paola che è cancro e ha l’istinto materno nel DNA; Alice è bilancia quindi è buona; Carlo, l’Acquario è anticonformista ecc. I personaggi per me sono ciò che da verosimiglianza ad una trama e in questo caso la privano totalmente di questa. Aggiungo anche che sono bilancia come la protagonista e non mi ci sono ritrovata affatto.
Ecco, la trama: in un romanzo leggero che sa di commedia romantica sono indispensabili delle vicende insolite, come una protagonista che comincia a basare la sua vita sull’astrologia, ma se poi viene portata in un centro di disintossicazione per dipendenze (una sola volta) e decide all’improvviso di smettere (senza farlo davvero, nonostante abbia capito che non serva a nulla per un incidente di percorso) per poi ritrovarla un anno dopo in una vita parallela in cui ha dimenticato l’oroscopo, beh no. A questo si aggiunge una successione di nomi di uomini mono-caratterizzati Non funziona, o almeno per me non ha funzionato.

L’inverno è fatto apposta per le pene di cuore, quando ti puoi rintanare sotto le coperte e fingere che non esiste più nulle, nemmeno tu. Soprattutto tu.

E qui sorge il problema. È stato definito il libro più atteso del 2015, bestseller, tradotto in 15 paesi, giudizi positivi da qualunque casa editrice, e io mi trovo ad essermi praticamente trascinata nella lettura? Sì che è questione di gusti, e 081711_constellation_print_3che quello che può piacere a qualcuno può non piacere ad altri, ma oggettivamente, anche se lo avessi letto con più gusto, come può essere stato così tanto osannato? È senza alcuno spessore, e anche chi lo ha elogiato ha citato solo l’ironia come punto di forza. E allora come è possibile che sia il libro dell’anno quando ce ne sono tantissimi altri che sono ben scritti e hanno una trama e un’interpretazione profonda? Solo per fare un esempio: ho letto prima di questo Una famiglia quasi perfetta ed è cento volte superiore. Ma va bene, sono trovate editoriali che non capirò mai.
Tirando le somme è un libro che strafa in tutto, che diventa quasi pacchiano. Ve lo sconsiglio, perché se è una lettura leggera quello che cercate, ce ne sono di migliori. Se cercate anche di più, non fidatevi, non è affatto il libro dell’anno, ve lo assicuro.

Sono stanca. Stanca di crederci. Stanca si essere delusa. Sono stanca di soffrire. Sono stanca di ricostruirmi, ogni volta, daccapo. Sono stanca di rimettermi insieme per qualcuno che poi preferirà un’altra. Sono stanca di essere forte. Sono stanca che mi si dica che sono forte, come un alibi per trattarmi male. Non ne posso più. Non ci credo più.
Se l’amore fosse una ghiandola, giuro che me la farei levare. Una tonsilla infiammata. Le adenoidi. Le emorroidi dell’amore.

Il mio voto:

cuoricino-piccolino (106x95)cuoricino-piccolino-106x95

L’autrice:
Silvia Zucca: laureata in letteratura inglese con una tesi sul teatro shakespeariano, accompagna la scrittura con lo studio del cinema e della regia. È inoltre traduttrice letteraria (sue le traduzioni di Cinquanta
s
fumature di nero, di E.L. James, e dei primi due capitoli della trilogia Crossfire di Sylvia Day). Il suo romanzo d’esordio, Guida Astrologica per Cuori Infranti è stato annunciato da La Repubblica come il romanzo più atteso dell’anno. 

Annunci

16 pensieri su “Recensione: Guida astrologica per cuori infranti di Silvia Zucca

  1. Libro più atteso del 2015, sì, ma di sicuro non da me. Non mi ha mai nemmeno sfiorato l’interesse. Non so come mai.
    Comunque inizio a credere che i super commenti positivi in copertina ecc siano fatti apposta e messi lì solo per invogliare ad acquistare. Mi è capitato anche con altri libri, commenti fantastici e il libro una totale schifezza.

    Mi piace

  2. Libro letto fino in fondo e… secondo i miei parametri è stato parecchio divertente, gradevole e scorrevole.
    E’ un romanzo che, consiglio a mia volta.. poi, ovviamente, lo dedico a tutte coloro che, come me … hanno “Venere” in po’ ballerina e la fortuna in amore è decadente.
    Come ripeto, non ci ho visto nulla di male, anzi.

    Mi piace

    • Beh, i gusti personali fanno molto! Io personalmente non l’ho trovato affatto divertente, ma solo forzato in figuracce su figuracce e sfortune su sfortune. Ma non è stato solo questo, anche la trama, i personaggi…in pratica non mi è piaciuto affatto! Però sì, so che a molte persone, come te, è piaciuto per questi motivi 🙂

      Mi piace

  3. Sto facendo una immensa fatica a finirlo…..libro insulso, noioso e di una ovvietà disarmante.Anche io sono stata attirata dalle recensioni degli editori stranieri ma ….che delusione! Anche io sono bilancia , anche io amo l ‘ astrologia ma non lo consiglio

    Liked by 1 persona

  4. Nemmeno a me è piaciuto.. sto facendo fatica a finirlo mi mamcano circa 10 -15 pagine ma che noia! mi è davvero antipatico è stato il libro piu noioaoe bruttino che abbia mai letto… Alice una ragazzina stupida che si butta su tutti gli uomini praticamente un libro che non t lascia nulla! solo la certezza di fare il contrario di cio che fa la protagonista! non lo consiglierei mai…io sono acquario ascendente bilancia adoro l astrologia ma questo libro bocciato

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...