Bookchiacchierando: 12 motivi per frequentare una donna che legge dall’Huffington Post

Bookchiacchierando

Buonasera lettori 🙂
So di avere una recensione da scrivere interamente, e le rubriche settimanali da progettare, ma non ho resistito alla tentazione di proporvi questo articolo carinissimo!coppia-libro Huffington Post Italia lo ha tradotto dalla versione americana di Nina Bahadur e lo ha pubblicato sul suo sito internet pochi giorni fa. Il titolo è proprio 
12 motivi per frequentare una donna che legge, e potete leggerlo direttamente dal sito cliccando sul link. Io ho deciso però di riproporvi tutti i 12 motivi integralmente, magari per commentarli insieme. Molte lettrici di questo blog sono donne, e sicuramente annuiranno convinte davanti allo schermo; gli uomini avranno qualche valido motivo in più per trovare la lettrice della loro vita 😀 Non che questi punti non possano valere anche per i lettori!
I miei commenti sono quelli in corsivo 🙂

1. Sapete già che non le dispiace passare del tempo da sola. Le persone che leggono sanno come intrattenersi, per ore e anche senza di voi. Sì, magari vi ignoreranno per un paio di giorni quando uscirà il nuovo romanzo della serie Outlander (della scrittrice Diana Gabaldon), ma una persona che sa come passare il tempo solo in compagnia di un libro non ce l’avrà mai con voi se farete tardi al lavoro. Jamie sta aspettando. (Si riferisce ad un personaggio della saga).Book addicted

Cosa dire di più? Credo di non essere l’unica a leggere mentre aspetta l’autobus, sull’autobus, mentre aspetta il dottore, in auto, quando è in anticipo e quando gli altri sono in ritardo! Alla fine non si notano neanche troppo i ritardi se c’è un buon libro, no?

2. È empatica. Gli studi hanno dimostrato che le persone che leggono romanzi sono particolarmente comprensivi con gli altri. Non è difficile capire il perché: i lettori riescono a mettersi nei panni dei protagonisti. Leggendo si esercita la comprensione, provando a capire perché un certo personaggio si sta comportando in un determinato modo.

Non avevo mai pensato a questo lato della lettura, ma molto poco modestamente posso dire di riconoscermici! Quindi una ragazza che legge potrebbe essere comprensiva, non giudicarvi, capire le vostre ragioni e magari  perdonarvi più facilmente (forse sto esagerando).

3. Sa analizzare le situazioni. È una persona a cui potete rivolgervi se vi trovate di fronte ad una decisione difficile, e saprete che darà la sua opinione sincera su tutti gli aspetti della questione. Le persone che leggono hanno maggiori capacità di analisi, per cui sapranno come valutare una situazione e trovare la giusta soluzione.

Anche questa mi sembra un’osservazione che non fa una piega: siete persone che non riescono mlettriciai a risolvere i problemi, che si abbattono davanti alle difficoltà? Una lettrice è ciò che fa per voi: consiglia e risolve grazie alla sua esperienza di milioni di pagine.

4. Mantiene il senso della prospettiva. Non si lascerà certo trasportare dagli eventi negativi di Handsmaid Tale (Il racconto dell’ancella), il suo immedesimarsi non vuol dire farsi trascinare in una società totalitaria o essere costretta a partorire figli per altre coppie (si riferisce agli episodi del romanzo).

Ecco, magari è vero che possiamo leggere storie di vampiri senza succhiare sangue alla gente e che riusciamo ancora a distinguere tra bene e male: ma vi assicuro che seghe intere possono quasi alterare la percezione della realtà (aspettare la lettera da Hogwarts mi sembra un valido esempio). 

5. Saprete facilmente come farla divertire. Gironzolare in una libreria o fermarsi a spulciare una bancarella di libri per strada è la sua idea di paradiso. Tutto quello di cui un lettore ha bisogno per vivere un’avventura è un posto dove stare comodi e una buona storia.

Questo è il punto su cui sono più d’accordo! Ogni libreria intravista è la mia: credo che se uscissi con un ragazzo Bookk addicted 4e mi portasse in una libreria ne sarei preoccupantemente troppo felice. 

6. Sarà capace di insegnarvi nuove cose. I lettori riescono a memorizzare tantissime vicende diverse e, di solito, riescono a spiegare le cose in modo chiaro e conciso. Saranno le persone giuste da avere in squadra per i quiz al pub e le vostre spine nel fianco se giocate a Jeopardy!

Questo è sicuramente vero: la mia cultura generale la devo interamente ai libri che ho letto. Stessa cosa vale per le capacità di spiegare, perché è noto quanto la lettura riesca a migliorare le proprietà di linguaggio. Poi un asso nella manica e una degna sfidante nei giochi sono ottime caratteristiche, nonostante l’ultima possa con facilità diventare causa di litigi in una coppia.

7. È curiosa. Una persona che è sempre in cerca di qualcosa in più dalla vita (più storie, più informazioni, più esperienze) renderà le cose interessanti.

La curiosità sicuramente non ci manca, no? E si sa, che in tutte le migliori storie i personaggi curiosi sono a) i più interessanti, b) quelli che fanno nascere una storia da raccontare c) i più teneri. Ops, ho di nuovo fatto un paragone con i libri.

pet peeve reading8. Sa ascoltare. Chiunque passi ore ed ore a leggere le storie di qualcun’altro sarà di sicuro interessato a quello che avete da dire.

Le lettrici autentiche possono ascoltare i vostri interminabili racconti, anche quando sembrate incapaci di arrivare al dunque. Per non parlare del fatto che sono sempre pronte a intavolare una discussione, se accesa ancora meglio, o ad ascoltarvi per dare i consigli di cui sopra. Sempre ammesso che non siano impegnate a leggere. Potrebbero diventare molto feroci e sgarbate se le interrompeste.

9. Saprete sempre cosa regalarle (e vi abbiamo risolto un problema)

E qui casca l’asino! Se conoscete già il libro desiderato o l’autore (e considerate che ce ne sono più di uno, molti più di uno nella nostra wish-list) allora sì, regalate un libro, due, tre, una saga intera, una libreria. Ma se non sapete, non avete idea di dove mettere mano, puntate a un profumo: regalare ad una lettrice un libro che non rispecchia i suoi gusti o che le fa proprio schifo potrebbe ferirla, sì, anche se voi non avete neanche guardato il titolo (o forse proprio per quello), e soprattutto se glielo date e dite “Appena l’ho visto ho pensato a te!” e lei trova l’intera saga di Cinquanta sfumature solo perché era tra i più venduti. Fuggite

Book addicted 6 10. Ha una grande memoria per i dettagli. Il vostro drink preferito? Il compleanno di vostra madre? Il vostro odio per i massaggi? Nessun problema. La lettura migliora la memoria e poi, ammettiamolo, è utile frequentare una persona che si ricorderà sempre di comprare la carta igienica prima di rientrare.

Vero. Ma anche in questo caso non avevo collegato la memoria alla lettura. I compleanni li registro meglio di un calendario, argomenti di scuola, canzoni, cose che succedono. Ma per la carta igienica non contate su di me: dimentico le cose ovunque, le perdo, dimentico le cose da fare, le ritardo. Ma non credo che la lettura sia onnipotente!

11. Non vive fuori dal mondo, non importa in quale universo parallelo sia immersa. Le persone che leggono non si astengono quasi mai dal voto, partecipano agli eventi culturali e sono anche attive nelle loro comunità.

È vero che sviluppi una parte da sognatrice indispensabile per una vita serena, ma è vero anche che leggere fornisce migliaia di punti di contatto con la realtà, per analizzarla e capirla (come abbiamo già detto) e per la cultura generale (punto 6). 

12. L’aspetto migliore di uscire con una lettrice? Probabilmente vi incoraggerà ad aprire un libro, così anche voi potrete Readergodere dei benefici della lettura. E poi leggere a letto, l’uno accanto all’altro, è molto meglio che giocare a Candy Crush.

Ovviamente sì! Chi di voi ha il coraggio di dire che non ha mai provato a convertire alla lettura ogni singolo amico, amica e ragazzo? Di non averli trascinati in una libreria, o anche in due, in tre? E chi di voi non si è mai trovato a leggere accanto al tizio col telefonino e i mille giochi (sì, gioco anche io, lo ammetto, ma nessuna passione passeggera per un gioco è mai durata tanto come quella per i libri). Ebbene, voi altri, amici, ragazzi e tizi col telefonino, We want you. E poi una lettrice che crea proselitismo rende una relazione più solida: è molto più interessante (oltre che intelligente) parlare dell’ultimo libro letto piuttosto che dell’ultimo livello di Candy Crush. Ma sì, lo so, io sono di parte.

Che ne pensate? Io mi sono divertita molto a leggerli, e sul web se ne trovano anche molti negativi. Alcuni esempi? Le case sempre troppo piccole per contenere tutti i libri, la petulanza nel voler far leggere per forza una bella frase, che il vostro ragazzo/madre/amica non capirà! Queste sono troppo vere!!
Voi ne avete trovato/sperimentato qualcuno, nel bene o nel male? A molti di questi 12 non avevo mai pensato, ma credo che inizierò a fare propaganda! Un pessimo/ottimo motivo che mi è venuto in mente: dover sopportare le correzioni grammaticali, che però vi risparmiano calorose figuracce.
Commentate con tutto quello che vi viene in mente, se avete voglia ❤

Annunci

2 pensieri su “Bookchiacchierando: 12 motivi per frequentare una donna che legge dall’Huffington Post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...