Pronti per gli scaffali #4

Ho deciso di aggiornare la rubrica Pronti per gli scaffali perché sono da poco usciti i libri di due delle mie autrici preferite e non potevo fare a meno di presentarveli! Comunque questo è un periodo a dir poco caldo per l’editoria e la scelta è vastissima! 🙂

4ff0ee64623741728d95dd832036c083

  • 9788830434394_quella_vita_che_ci_manca Titolo: Quella vita che ci manca
  • Autore: Valentina D’Urbano
  • Genere: Young
  • Editore: Longanesi
  • Data uscita: 2 Ottobre 2014
  • Pagine: 332
  • Trama: Gennaio 1991. Valentino osserva le piccole nuvole di fiato che muoiono contro i finestrini appannati della vecchia Tipo. L’auto che ha ereditato dal padre, morto anni prima, non è l’unica cosa che gli rimane di lui: c’è anche quell’idea che una vita diversa sia possibile. Ma forse Valentino è troppo uguale al posto in cui vive, la Fortezza, un quartiere occupato in cui regna la polvere e l’asfalto è crepato e perfino la casa ti può essere tolta se ti distrai un attimo. Perciò, non resta che una cosa a cui aggrapparsi: la famiglia. Valentino è il minore dei quattro fratelli Smeraldo, figli di padri diversi. C’è Anna, che a soli trent’anni non ha niente da chiedere alla vita. C’è Vadim, bello e sbagliato, con la mente di un dodicenne nel corpo di un ventenne. C’è Alan, il maggiore, l’uomo di casa, posseduto da una rabbia tanto feroce quanto lo è l’amore verso la sua famiglia, che deve rimanere unita a tutti i costi. Ma il costo potrebbe essere troppo alto per Valentino, perché adesso c’è anche lei, Delia. È più grande di lui, è bellissima – ma te ne accorgi solo al secondo o al terzo sguardo – ed è pulita. Perché lei non è della Fortezza. Ed è proprio questo il problema. Perché Valentino nasconde un segreto che non osa confessarle e soprattutto sente che scegliere lei significherebbe tradire la famiglia. Tradire Alan. E Alan non perdona.

Ovviamente lo sto già leggendo, e la D’Urbano è sempre la stessa, così come l’avevo lasciata dopo Acquanera. Travolgente e intensa. I personaggi e la storia promettono veramente bene, sono molo felice di questa uscita! f

k

  • jk-rowling-robert-galbraith-il-baco-da-seta-trama-anticipazioni Titolo: Il baco da seta
  • Autore: Robert Galbraith (J. K. Rowling)
  • Genere: Giallo
  • Editore: Salani
  • Data uscita: 9 Ottobre 2014
  • Pagine: 560
  • Trama: Londra. L’eccentrico scrittore Owen Quine non si fa vedere da giorni. Non è la prima volta che scompare improvvisamente, ma non è mai stato via così tanto tempo e la moglie ha bisogno di ritrovarlo. Decide così di assumere l’investigatore privato Cormoran Strike per riportare a casa il marito. Ma appena Strike comincia a indagare, appare chiaro che dietro la scomparsa di Quine c’è molto di più di quanto sua moglie sospetti. Lo scrittore se n’è andato portando con sé il manoscritto del suo ultimo romanzo, pieno di ritratti al vetriolo di quasi tutte le persone che conosce, soprattutto di quelle che ruotano attorno al suo mestiere. Se venisse pubblicato, il libro di Quine rovinerebbe molte vite: perciò sono in tanti a voler mettere a tacere lo scrittore. Appassionante e ricco di colpi di scena, uno spaccato degli intrighi del mondo editoriale londinese, “Il baco da seta” è il secondo romanzo della serie che ha per protagonisti Cormoran Strike e la sua assistente, la giovane e determinata Robin Ellacott.  

Ovviamente sarà il prossimo libro che leggerò! Il richiamo del cuculo, primo libro della saga, mi era piaciuto (non come Harry Potter o Il Seggio Vacante, ma comunque come un libro della Rowling). Credo che questa donna sia geniale e capace di stupire con qualunque genere. g

j

  • sonno-haruki-murakami-racconto-illustratoTitolo: Sonno 
  • Autore: Haruki Murakami 
  • Genere: Narrativa
  • Editore: Einaudi
  • Data uscita: 21 Ottobre 2014
  • Pagine: 80
  • Trama: Una donna conduce una vita normale: un marito, un figlio, un lavoro, una felicità e serenità composta e moderata, senza troppi scossoni, senza troppe emozioni o novità. Tutto procede tranquillo finché una notte un incubo che sembra avere i contorni della realtà scuote la sua esistenza. Ai piedi del suo letto appare un uomo molto vecchio che le verserà lentamente dell’acqua sul corpo. All’alba questa figura misteriosa scompare lasciando nella donna un’inquietudine costante. Da allora non riuscirà più a dormire. Le notti saranno uguali ai giorni, solo che contornate dal buio e da un’aurea di costante malessere. Dopo le prime nottate in cui  sembra essere quasi felice di non riuscire a dormire per la possibilità di avere più tempo e di poter assaporare la vita in modo differente, alla decima notte tutto diventa scuro. Nulla sembra avere più i contorni reali. La stanchezza trasforma e stravolge la realtà e emozioni e sentimenti diventeranno finalmente potenti uragani dell’animo, come non succedeva a questa donna da decenni. Ogni sensazione si amplifica, ogni moto del cuore è una scossa elettrica. La donna inizia così a vedere attorno a se strane ombre, figure forse inesistenti, ma che sembrano reali e che nel giro di poche notti diventeranno persone, forse del presente o forse provenienti da un passato seppellito e rimosso. Il buio avvolge tutto e il mattino la vita ritorna uguale con la quotidianità familiare, le nuotate in piscina, i pranzi da preparare. Ma nulla accade per caso. h

Di questo autore invece non ho mai letto nulla. Credo che sia uno stile e un genere particolare, e credo che leggerò presto qualcosa di suo. Haruki Murakami era anche uno dei favoriti per il premio Nobel della letteratura di quest’anno e degli ultimi anni, quindi questo suo lavoro è attesissimo sugli scaffali.

gg

  • d'aveniaTitolo: Ciò che inferno non è
  • Autore: Alessandro D’avenia
  • Genere: Young
  • Editore: Mondadori
  • Data uscita: 28 Ottobre 2014
  • Pagine: 300
  • Trama: 23 maggio 1992, la scuola sta per finire: un gruppo di liceali palermitani sta festeggiando in piscina, quando dalla tv giungono le immagini della strage di Capaci. Federico è uno di quei ragazzi. Porta il nome di un sovrano antico, e come lui ama la letteratura e la sua terra. Mesi dopo, alla fine di un nuovo anno scolastico, proprio mentre si prepara ad andare a Oxford per un mese di studio, Federico incontra “3P”, il prof di religione: lo chiamano così perché il suo nome intero è Padre Pino Puglisi, e lui non se la prende, sorride. 3P lancia al ragazzo l’invito ad andare a Brancaccio a dargli una mano con i bambini del centro Padre Nostro, che don Pino ha inaugurato per strapparli alla ai “padrini” del quartiere, parodia violenta della paternità. Quando Federico attraversa il passaggio a livello che porta a Brancaccio, ancora non sa che in quel preciso istante comincia la sua nuova vita, quella vera. Quella sera tornerà a casa senza bici – gliela rubano –, con il labbro spaccato da un pugno e con la sensazione di dover ricominciare da capo: dal buio dei vicoli controllati da uomini senza scrupoli come il Cacciatore, ‘U turco, Nuccio; dalle vite spesso disperate, sempre durissime, ma talora felici di Francesco, Maria, Dario, Serena e tanti altri; ma anche da Lucia, ragazza dagli occhi pieni di coraggio e limpidezza… Fino al 15 settembre 1993: il giorno del cinquantaseiesimo compleanno di padre Pino, lo stesso in cui viene ucciso. Il giorno in cui la bellezza e la speranza per Palermo restano affidate alle sue mani di ragazzo, chiamato a cercare e difendere ciò che, in mezzo all’inferno, inferno non è.

f

Ho avuto occasione di leggere D’Avenia nei suoi due libri precedenti, e mi piace tantissimo! Anche questo è nella mia lista, ma dovrò aspettare prima l’uscita. Come gli altri due libri dell’autore, anche questo affronta una tematica pesante, ma che è più grave e complessa delle altre affrontate finora. Spero che il suo stile, sempre originale e piacevole, riesca a prendermi ancora. So che è strano inserire una trama simile nel genere “Young”, ma i personaggi e le situazioni, almeno negli altri due libri erano assolutamente dedicate ad un pubblico giovane e questo non vuol dire, ve lo assicuro, libro semplice… anzi!

Voi che speranze avete dai libri in uscita? C’è qualcosa che state aspettando particolarmente? Magari proprio uno di questi quattro, visto che si parla di pilastri mondiali della letteratura o di nomi italiani già ben conosciuti. Avete letto già Murakami? Raccontatemi tutto, buona settimana 🙂

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...