Bookchiacchierando: Lettori in viaggio

Purtroppo è iniziato un altro periodo frenetico in cui tra lo studio per il test d’ingresso, e il computer rotto, non riesco ad aggiornare il blog come vorrei. Nel frattempo però sto leggendo molto e molte cose belle di cui non vedo l’ora di parlarvi. 
Oggi però un articolo a proposito di quest’estate che si avvicina alla fine ma che potrebbe riservare ancora molti spunti interessanti per viaggiare.

Bookchiacchierando 2

Lettori in viaggio

Di bei posti da visitare per i lettori in questo blog ne abbiamo parlato spesso nella rubrica Le case dei libri. È anche vero però, che a meno di non trovarsi in zona, non succede di mettersi in viaggio per visitare una singola libreria.
download (1)Rimangono sempre dei validi suggerimenti a cui dare un’occhiata, ma ci sono anche delle vere e proprie mete turistiche che attirano lettori di vario tipo.

Non è forse giustificato mettersi in viaggio per una libreria (dipende anche a che distanza si trovi), ma lo è probabilmente per una biblioteca di 150 milioni di volumi manoscritti e documenti relativi alla storia americana. Parliamo di Washington, capitale degli Stati Uniti d’America, in cui si trova la biblioteca più grande del mondo, quella del Congresso. I milioni di libri sono tradotti in oltre quattrocento lingue e inoltre vi è uno dei pochissimi esemplari originali della Bibbia di Gutremberg!Read More »

Recensione: Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello

Durante questo mio ultimo anno scolastico (il quinto superiore) ho avuto modo di conoscere a studiare, nel programma di letteratura sia italiana che inglese, molti romanzieri. Alcuni li conoscevo già, altri sono stati una bellissima rivelazione. Non ho letto molto al di fuori di quanto ho studiato a scuola, ma ho intenzione di farlo, soprattutto ora che ho avuto modo di approfondire il loro pensiero.
Per questo ho avuto l’idea di aprire una nuova sezione recensioni nel blog, dedicata a quegli autori del ‘900 e fine ‘800 che si studiano durante il quinto anno, che magari incuriosiscono molti e che potrebbero essere approfonditi. Contemporaneamente vorrei (spero presto) affiancare a questa sezione una rubrica dedicata proprio agli autori, nel loro pensiero e ricerca letteraria.
Vedremo… nel frattempo vi parlo di questo libro che mi ha letteralmente conquistata.❤

22231399.jpg

  • Titolo: Il fu Mattia Pascal

  • Autore: Luigi Pirandello

  • Casa Editrice: Newton Compton
  • Data pubblicazione: 1904
  • Pagine: 212
  • Genere: Narrativa italiana
  • Trama: “Il fu Mattia Pascal”, il più famoso dei romanzi pirandelliani, riveste un’importanza fondamentale nella letteratura italiana del Novecento. Grottesco antieroe, Mattia Pascal è uomo senza certezze e senza vocazioni. Creduto morto dopo una fuga da casa, pensa di approfittarne per cambiare vita, ma il desiderio di spezzare le catene delle convenzioni sociali, lo slancio verso la riconquista di un’originaria purezza e autenticità falliscono: perché la vita deve comunque darsi una forma, e la fatica che bisogna affrontare per crearne una nuova è talora così grande che ci costringe a rientrare precipitosamente nella vecchia. La quale, pur con i suoi originari limiti e le sue falsità, rende possibile l’esistenza, allontanando il rischio della disgregazione, impedendoci di essere altro da noi, inchiodandoci a una realtà fittizia, ma inalienabile.

Opinione personale:

download.jpgAl di là di ciò che ho detto nell’introduzione, del mio proposito di leggere tutti questi libri, Il fu Mattia Pascal, non so perché, non era ancora nella mia lista. C’era invece, e c’è ancora, Uno nessuno, centomila, che continuo a rimandare ma che a questo punto sono curiosissima di leggere. Poi però in una libreria ho trovato uno scaffale pieno di libri in questa bellissima edizione Newton Compton, che ti fa venire voglia di leggerli sono a guardarli, e ho messo gli occhi proprio su questo. Alla fine non l’ho comprato, ma è stato bello riceverlo pochi giorni dopo come un dolcissimo regalo (<3) che ho iniziato a leggere immediatamente.Read More »

Peter Pan tra le pagine #13

Peter Pan 2

cuore di cicciaTitolo: Cuore di Ciccia
Autore: Susanna Tamaro
Editore: Mondadori 
Data uscita: 1990
Pagine: 192
Trama: Michele è un bambino grasso, che ha come unico amico il frigo Frig. La mamma di Michele è una donna molto bella, magra e in perfetta forma e non accetta il corpo di suo figlio, non riesce a capire per quale motivo sia così grasso: più fa ginnastica, più Michele ha fame. Lei non può sapere che Frig racconta delle bellissime storie e che la solitudine di Michele sembra meno brutta quando lo apre. Frig, un giorno, decide che anche Michele è un eroe e lo nomina cavaliere con il nome di Cuore di Ciccia. La mamma decide di rinchiudere Michele all’Istituto Acciughini, un luogo dove i bambini diventano magri come grissini, e da quel momento…
Età: dai 10 anni
Opinione personale: Questo libro era un regalo di mia mamma. A me non incuriosiva per niente, ricordo che non fossi proprio entusiasta di leggerlo, ma quando lo feci mi piacque. La storia di Michele è divertente da leggere agli occhi di qualsiasi bambino, c’è il giusto mix di avventure e emozioni, con una bella immedesimazione con il protagonista. Ma poi nasconde dei messaggi così belli, che ancora oggi, ogni tanto apro il libro e sorrido ai bei ricordi che ne vengono fuori, tra una costruzione che non è affatto infantile e una trama stupenda. Credo che ai bambini possa insegnare il rispetto delle debolezze, ma anche la forza di volontà per superarle. E ai genitori potrebbe offrire un ritratto unico della complessità interiore di ogni bambino, e del sostegno che dovrebbero offrire, spinti dall’amore e non dalla superficialità. Appare chiaro poi quanta attenzione viene data anche al problema dell’obesità, che è forse un pretesto, ma anche un’attualizzazione sempre valida.
Read More »

Recensione: La legge del baccalà di Nicoletta Retteghieri

Ringrazio la casa editrice Fratelli Frilli Editori per avermi dato la possibilità di leggere e recensire questo libro. Ecco le mie impressioni…❤

La legge del baccalà

  • Titolo: La legga del baccalà (Le indagini della Berta #2)

  • Autore: Nicoletta Retteghieri

  • Casa Editrice: Fratelli Frilli Editori
  • Data pubblicazione: Giugno 2016
  • Pagine: 248
  • Genere: Giallo
  • Trama: Il quieto settembre loanese viene spezzato da un evento drammatico e teatrale: il cadavere della proprietaria di un negozio per animali viene ritrovato su un balcone di Palazzo Doria, sede del Comune. Il maresciallo Marmotta non ha un compito facile: deve scoprire, oltre al movente, anche come la vittima possa essere finita in un posto apparentemente così inaccessibile. Per sua (s)fortuna, collaboreranno alle indagini la cocciuta settantenne Berta Riccardi, il suo fascinoso ma sfigato figlio Davide Traverso e l’amico giornalista e palloniforme Marco Castello. Attorno a loro, una variegata umanità che parte da una ex fiamma olandese di Davide, passando da un cugino scroccone ed anticonvenzionale, per approdare ad un mondo caleidoscopico di metallari di provincia. E – sullo sfondo – il gerbillino Roddy li osserva tutti, sorridendone con la sua bonaria arguzia da roditore. La Loano post-vacanziera, archiviata la leggerezza del periodo balneare, si trova alle prese con inspiegabili delitti cui volge la propria attenzione, mai dimenticando la semplicità dei gesti, la familiarità dei luoghi e la genuinità dei piatti della tradizione, siano essi più elaborati oppure cibo da strada, come i cartocci pieni di deliziose frittelle di baccalà.

Opinione personale:

images.jpgNon ero sicura sull’accettare o meno di leggere questo libro: è infatti il secondo capitolo di una serie (che ho arbitrariamente denominato Le indagini della Berta) che vede appunto per protagonista Berta, assieme a suo figlio Davide e al suo gerbillo Roddy. Ho poi riflettuto sul genere, un giallo, e quindi sul fatto che solitamente i libri anche di una stessa serie fanno riferimento a indagini totalmente indipendenti. Quindi mi sono buttata, affascinata dall’atmosfera paesana, che di solito offre il palcoscenico migliore per qualunque dramma o mistero, ma soprattutto per l’espressione di persone e personaggi davvero interessanti.
La trama è quindi quella di vari omicidi che avvengono a Loano, su cui indagano (a tratti separatamente, a tratti insieme) la Berta, Davide, il giornalista Marco e il dipartimento della polizia locale e non. Attorno a questo filo, si sviluppano poi le vicende personali di questi e altri personaggi, più o meno collegati alle indagini.  Read More »

Teaser Tuesdays #47

Lascio sempre passare troppo tempo senza pubblicare questa rubrica. Ora sto leggendo un libro, che mi è stato inviato, e che mi sta prendendo molto, quindi vi lascio uno spezzone per presentarvelo!❤

Teaser tuesdays 2

•Prendi il libro che stai leggendo
•Aprilo in una pagina a caso
•Condividi un breve spezzone di quella pagina (“Teaser”)
•Attento a non fare spoiler!
•Riporta anche il titolo e l’autore così che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro wishlist se sono rimasti colpiti dall’estratto

Sto leggendo La legge del baccalà di Nicoletta Retteghieri:

La legge del baccalàI Militi, intesi come Lo Prete e Grasso, stavano in strada a cercare di tenere la folla il più lontano possibile dal portone di Claudio; mentre il maresciallo Marmotta, in tenuta anti-contaminazione dell’ambiente, era in casa con i colleghi della scientifica a seguire i rilievi e le repertazioni.
Ad un primo, sommario esame, non pareva che mancasse nessun oggetto di valore, ma d’altra parte sembrava evidente che il movente non fosse quello del furto.
Uno dei tecnici, che via via impacchettava gli oggetti che erano ritenuti interessanti, richiamò l’attenzione di Marmotta.
“Maresciallo, prima che lo impacchetti, vuole dare un’occhiata a questo planner?!”.
“Certamente, grazie”.
Marmotta si spostò di lato per non intralciare gli altri e cominciò a consultare il blocco color lilla, che fungeva sa agenda settimanale da tavolo. Gli prese quasi un accidente, quando lesse, in corrispondenza delle nove di quel giorno: “Berta – 45GK100 – 1000”. Quando c’era di mezzo un delitto, quel diavolo di una donna, in un modo o nell’altro, c’entrava sempre.

Bookchiacchierando: Il ritorno di Harry Potter

Bookchiacchierando 2

Il ritorno di Harry Potter

Harry Potter and the cursed child.jpg

Credo che sia stato impossibile sfuggire alla notizia dell’uscita di Harry Potter and the cursed child (Harry Potter e la maledizione dell’erede) nei paesi di lingua anglosassone. Proprio ieri, che Harry e zia Jo festeggiavano il loro compleanno. In Italia si dovrà aspettare ancora un po’ (il libro uscirà per Salani il 24 Settembre), ma i fan si sono precipitati in libreria qui in Italia, tanto quanto in Inghilterra e USA. Read More »

Peter Pan tra le pagine #12

Peter Pan 2

Ronja.jpgTitolo: Ronja
Autore: Astrid Lindgren
Editore: Mondadori Junior
Data uscita: 1981
Prima edizione italiana: 1992

Pagine: 205
Trama: Figlia di un brigante, nata e cresciuta in un diroccato castello circondato da una foresta incantata, Ronja è una ragazzina imprevedibile e audace, che si muove senza timore tra creature fatate e i pericoli di una natura selvaggia. Sarà la sua contrastata amicizia con Birk, figlio del capo di una banda rivale, a portare infine la pace e la serenità nella foresta, appianando i contrasti che da anni dividono i loro padri, i briganti Borka e Matteo. Una meravigliosa fiaba piena di poesia, che ci parla di valori come l’amicizia e la solidarietà, disegnando il ritratto di una ragazza diversa da tutte le altre.
Età: dai 13 anni
Opinione personale: Anche questo titolo apparteneva alla famosa lista che ci consegnò la mia professoressa delle scuole medie. I ricordi che vi associo sono quello “Uh, lo ha scritto la stessa autrice di Pippi Calze Lunghe“, e “Uh, che belli i numeri di pagina sul lato invece che sul fondo!”. Se devo essere sincera la trama la ricordo a grandi linee: mi restano oggi quella gelosia/ammirazione per un’amicizia così bella, avventurosa ma in fondo semplice e tante tante atmosfere realmente fiabesche, tra realtà e fantasia. Read More »

Recensione: Capo Ferro di Nicola Minessi

Ringrazio di cuore la casa editrice EKT Edikit, con cui ho già collaborato in passato, per questa lettura indefinibilmente bella!❤

Capo Ferro.jpg

  • Titolo: Capo Ferro

  • Autore: Nicola Minessi

  • Casa Editrice: EKT Edikit
  • Data pubblicazione: Maggio 2016
  • Pagine: 220
  • Genere: Narrativa italiana
  • Trama: Spesso chi arrivava per caso a Capo Ferro decideva di fermarsi per sempre e si univa alla comunità, chi spaccano legna per il fuoco, chi facendo il pane, chi il vino, chi costruendo canali che portavano l’acqua dal Tarasso alle case, chi allevando bestie, chi coltivando la terra, cucendo vesti, mietendo il grano, intagliando, costruendo, riparando… E il paese sopravvisse così, un po’ come era nato, con l’ingegno dell’uomo e la condivisione dei membri della tribù degli homo sapiens, in assoluta solitudine dal resto del mondo. Per questo non deve stupire se quando scoppiò la seconda guerra mondiale, devastando tutto il pianeta e cambiando per sempre la storia dell’umanità intera, a Capo Ferro nessuno venne a saperlo.

Opinione personale:

Sto provando a iniziare questa recensione da circa cinque minuti senza successo: la verità è che vorrei rendere giustizia all’tumblr_nuwhn98oje1rjgrppo1_1280.jpgoriginalità del libro con un esordio all’altezza di quello che vi racconterò, ma ho evidentemente fallito miserabilmente.
Avrei voluto partire da lontano come fa Nicola Minessi, che dal cielo stellato e gli uomini primitivi, fa uno zoom su una scimmia qualunque che poi inaspettatamente darà inizio alla storia, proprio a Capo Ferro. Non so se valga come spoiler, e se così dovesse essere mi scuso, ma dovevo anticiparvelo, perché l’effetto è meraviglioso e fa iniziare la lettura con il piede giusto e il sorriso già pronto sulle labbra.Read More »

Recensione: I dodici occhi di Osvaldo Di Domenico

I dodici occhi è uno dei due libri che ho letto in questi pochi giorni di vacanza. Prima di recensirlo però ci tenevo a ringraziare la casa editrice Lisciani per avermi dato la possibilità di leggerlo! 

I dodici occhi

  • Titolo: I dodici occhi

  • Autore: Osvaldo Di Domenico

  • Casa Editrice: Lisciani
  • Data pubblicazione:  31 Maggio 2016
  • Pagine: 346
  • Genere: Young Adult
  • Trama: Cinque super istituti di alta formazione, dislocati fra Acapulco, Fukuoka, Città del Capo, Perth e Londra, ospitano mille giovani accuratamente selezionati allo scopo di formare una nuova classe dirigente mondiale. Sette di loro, dopo aver rinunciato alle comodità delle loro vite famigliari, si trovano a dover affrontare un oscuro intrigo internazionale in un crescendo di ricordi, dubbi, passioni, tradimenti e inganni. Una spy story, che vede coinvolti, tra gli altri, un enigmatico antropologo americano al servizio delle Nazioni Unite, una blogger russa esperta di marketing e social web, un eclettico ingegnere gestionale napoletano e due anonimi agenti di polizia di Madrid. Un inaspettato romanzo perfettamente in bilico tra avventura, suspense e utopia, in cui Kate, Larissa, Charlie e i loro amici scopriranno il prezzo da pagare per fermare il declino della nostra società. Perché nulla è come appare…

Opinione personale:

Quando ho letto da qualche parte sul web (non ricordo bene dove) che la casa editrice Lisciani era approdata al genere  Young Adult, mi sono incuriosita e sono andata a cercare il primo libro della loro collana. De I dodici occhi mi ha colpito subito la copertina, a mio parere stupenda, e subito dopo la trama, che mi sembrava il giusto mix tra giallo, avventura adolescenziale e sentimento tipico del mondo Young Adult. ian-olympia-002.jpg
La cornice generale è questa: un progetto internazionale ha come scopo quello di educare i mille giovani più promettenti di tutto il mondo, in cinque istituti di alta formazione, per trasformarli nella futura classe dirigente. All’interno di questo quadro prendono luogo le vite di ogni giovane, da Kate, che lascia il suo paesino in Scozia per farsi carico delle aspettative di tutti, passando per Larissa, promessa del tennis, a Charlie, futuro imprenditore. Ma ci sono anche Francisca, Clementine, il direttore Carpaci e così via…
Read More »

Bookchiacchierando: Libri su instagram

Ho di nuovo preso una pausa di qualche giorno: questa volta sono stata al mare e ho avuto modo di leggere molto. Ho infatti finito due libri, che non vedo l’ora di recensirvi!
Prima però preferisco parlarvi di qualcosa che deriva dai miei primi giorni su instagram con il profilo del blog, e dal mio guardarmi intorno!❤

Bookchiacchierando 2

La promozione dei libri sui social non è un argomento dei soli ultimi tempi, ma come ho già detto, mi si è rivelato nella sua complessità solo da quando ho apertdownloado il profilo instagram collegato al blog (questo è il link, se voleste seguirmi).
L’uso che ne facevo prima, su Twitter o Google +, era quello di social come semplice mezzo di condivisione dei link agli articoli, con relativi tag a case editrici e autori (un po’ nella speranza, a volte realizzatasi, che gli autori leggessero ciò che io scrivo, un po’ nella speranza di una condivisione). Read More »