Recensione: Inventario di un cuore in allarme di Lorenzo Marone

Inventario di un cuore in allarme

  • Titolo: Inventario di un cuore in allarme
  • Autore: Lorenzo Marone
  • Casa Editrice: Einaudi
  • Data pubblicazione: 11 Febbraio 2020
  • Pagine: 296
  • Trama: Per un ipocondriaco che vuole smettere di tormentare chi gli sta accanto con le proprie ossessioni, trovare una valvola di sfogo è una questione vitale. Ma come si impara ad affrontare la paura da soli? Forse raccontandosi. È quello che fa Lorenzo Marone, senza timore di mostrarsi vulnerabile, con una voce che all’ansia preferisce lo stupore e il divertimento. Scorrendo l’inventario delle sue fobie ognuno può incontrare un pezzo di sé e partecipare all’affannosa, autoironica ricerca di una via di fuga in discipline e pratiche disparate: dalla medicina alla fisica all’astronomia, dalla psicologia alla religione, dai tarocchi all’astrologia. Alla fine, se esorcizzare del tutto l’angoscia resta un miraggio, possiamo comunque reagire alla fragilità ammettendola. E magari accogliere, con un po’ di leggerezza, le imperfezioni che ci rendono unici. Le confessioni comiche, poetiche, paradossali di un «cuore in allarme». Che prende in giro sé stesso mettendo in scena quello che, da Molière a Woody Allen, è sempre stato il più irresistibile dei personaggi tragici.

Non mi ero resa conto di quanto Lorenzo Marone mi fosse mancato, fino a quando non ho posato gli occhi sulle prime pagine di questo libro. Non leggevo qualcosa di suo da un po’, precisamente dal 2018 quando lessi Cara Napoli (che vi ho recensito qui). Lui nel frattempo ha scritto anche Tutto sarà perfetto, che è l’unico suo romanzo che non ho letto (ma conto di recuperare presto).
In ogni caso, in quel momento mi sono sentita abbracciata dalla familiare ironia che si fa veicolo di mille riflessioni, ho riassaporato la sensazione di vedere trascritti alcuni miei pensieri di sempre o alcune sensazioni a cui non ho dato mai un nome. Un po’ come se ci conoscessimo a vicenda: io bramo di tornare a casa e ci trovo qualcuno che riesce a capirmi.
Continua a leggere

Interviste #2 – Lorenzo Marone

Quanti modi ci sono di vivere con e per i libri?
Con i libri in paradiso proverà a raccontarvelo con una serie di interviste a scrittori, librai, editori e mille figure di questo universo.
Sulla pagina instagram e su facebook potete trovare sempre tutti gli aggiornamenti.


Lorenzo Marone

cropped-RIC_2288Lorenzo Marone nasce a Napoli nel 1974, città in cui vive. Laureato in Giurisprudenza, esercita l’avvocatura per quasi dieci anni, mantenendo parallelamente un’intima attività di scrittore. I suoi primi libri sono Daria (La gru, 2012), Novanta. Napoli in 90 storie vere ispirate alla Smorfia (Tullio Pironti, 2013). Nel 2015 approda a Longanesi con cui pubblica La tentazione di essere felici (Longanesi, 2015), che ad oggi conta 18 edizioni in Italia e 14 traduzioni all’estero. Da questo suo libro è stato tratto anche un film diretto da Gianni Amelio La tenerezza (2017). Nel 2016 pubblica sempre per Longanesi La tristezza ha il sonno leggero, mentre nel 2017 esce per Feltrinelli, Magari domani resto, romanzo giunto alla settima edizione. Dalla collaborazione settimanale con La Repubblica Napoli con la rubrica Granelli, nasce Cara Napoli (Feltrinelli 2018). Nel 2018 esce sempre per Feltrinelli Un ragazzo normale e nel 2019 Tutto sarà perfetto, mentre nel febbraio 2020 esce il suo ultimo libro Inventario di un cuore in allarme (Einaudi).

Sito web  Facebook  Twitter  Instagram

Leggo i libri di Lorenzo Marone sin da La tentazione di essere felici (che vi ho recensito qui) che tanto mi ha fatta innamorare. Poco dopo averlo letto, ho avuto la fortunata opportunità di intervistarlo di persona, in una bella avventura che ai tempi vi raccontai qui. Ne ho conservato per anni un ricordo bellissimo, che mi ha accompagnata nella lettura di tutti i suoi successivi libri.
Oltre che uno scrittore bravissimo (mai un libro che mi abbia delusa!), Lorenzo Marone è una persona gentile e disponibile, con cui parlare è sempre un piacere. Ho provato a ricontattarlo qualche giorno fa, perché mi avrebbe fatto molto piacere intervistarlo nuovamente, proprio mentre sto leggendo Inventario di un cuore in allarme. Credo che per questo periodo sia il compagno libresco ideale: è in grado di suscitare molte riflessioni sulla salute e sul nostro rapporto con questa e con il nostro corpo. Un rapporto che ad oggi sembra sempre più difficile definire. Per non parlare dello sguardo che volgiamo alla malattia..,
Insomma, anche questa volta Lorenzo è stato molto molto gentile con me. L’ho raggiunto telefonicamente in un suo sabato mattina qualunque e mi ha fatto molto piacere. Spero che sia anche per voi uno spunto per conoscere i suoi libri (se non li avete già letti) o per saperne di più (se lo avete già fatto).
Continua a leggere

Recensione: Ragazzo divora universo di Trent Dalton

Ragazzo divora universo

  • Titolo: Ragazzo divora universo (Boy Swallows Universe)
  • Autore: Trent Dalton
  • Casa Editrice: HarperCollins
  • Data pubblicazione: Giugno 2018
  • Prima edizione italiana: 12 Marzo 2020
  • Pagine: 548
  • Trama: Eli Bell non è un ragazzino come tutti gli altri, la sua è un’esistenza decisamente complicata. Vive in Australia, a Brisbane, in una squallida periferia dove la malavita regna sovrana. Suo padre non si fa vivo da un bel po’, sua madre è una tossicodipendente e il patrigno uno spacciatore. August, il fratello maggiore, è un genio, ma ha deciso di non parlare più e comunica scrivendo nell’aria frasi sibilline. L’adulto più affidabile è Slim, un noto malvivente famoso per essere riuscito a fuggire più volte da un carcere di massima sicurezza. È lui che si occupa, come un vero e proprio babysitter, dei fratelli Bell. Eli fa del suo meglio per sopravvivere in quel mondo caotico. Ha solo dodici anni, ma con un’anima antica e la mente di un adulto cerca di seguire il cuore, imparare a essere una brava persona e realizzare il suo sogno: diventare un famoso giornalista. Ma un giorno Eli e August trovano, dietro l’anta di un armadio di casa, un misterioso ripostiglio. Dentro c’è uno sgabello e sullo sgabello uno strano telefono rosso. Il telefono squilla, e da quel momento la vita di Eli Bell viene catapultata in un’avventura decisamente rischiosa che lo porta al cospetto di Tytus Broz, il più pericoloso spacciatore della città. Eppure c’è qualcosa di ancora più pericoloso che lo attende: sta per innamorarsi, e questo sconvolgerà definitivamente il suo universo… 

boy-swallows-universeLa lettura di questo libro mi è stata proposta dalla casa editrice, la HarperCollins che ringrazio di cuore, in particolar modo Jennifer dell’ufficio stampa.
Sono subito rimasta colpita dal titolo, mi ha fatto immaginare una serie di avventure imperdibili, di quelle che quando le leggi ti lasciano addosso la voglia di divorarlo tu l’universo. Di avventure effettivamente ce ne sono, ma forse non proprio quelle che mi ero figurata.
Eli Bell e August Bell sono fratelli, vivono con sua madre e il suo compagno una vita che apparentemente non è poi così anomala. Certo, c’è stato quel periodo in cui entrambi erano tossicodipendenti, ma poi ne sono usciti. Lyle è come un padre per loro.
Apparentemente normale, dicevamo, fino a quando Eli scopre (dopo un lungo periodo di sospetti) che in realtà la sua famiglia è all’interno di un complesso sistema gerarchico di importazione e spaccio di eroina. Così si ritrova catapultato in un mondo, che poi è sempre stato il suo, in cui Tytus Broz non è solo il benefattore signore degli arti, Darren Dang non è solo un compagno di scuola un po’ prepotente e anche un semplice armadio può nascondere insospettabili segreti.
Continua a leggere

Recensione in anteprima: Heartstopper #1 – Due ragazzi si incontrano di Alice Oseman

Heartstopper 1

  • Titolo: Heartstopper #1 – Due ragazzi si incontrano
  • Autore: Alice Oseman
  • Casa Editrice: Oscar Ink 
  • Data pubblicazione: 2019
  • Prima edizione italiana: 12 Maggio 2020
  • Pagine: 288
  • Trama: Charlie e Nick frequentano la stessa scuola ma non si sono mai incontrati… fino al giorno in cui si trovano seduti l’uno accanto all altro. Diventano subito amici. Anzi di più. Charlie si innamora perdutamente di Nick, anche se pensa di non avere alcuna possibilità. Ma l’amore è sempre sorprendente, e anche Nick si scopre attratto da Charlie. Molto più di quanto entrambi potessero immaginare.

Esce oggi in Italia questo primo volume di Heartstopper, due ragazzi si incontrano, che conta nel Regno Unito già tre volumi pubblicati e i successivi due programmati. Io l’ho letto con qualche giorno di anticipo, e per questo ringrazio Oscar Mondadori e in particolare Marco.
Parto da lontano con questa recensione, più precisamente parto dal 2015, anno in cui ho letto Senza Nuvole e ve l’ho recensito qui. Si tratta dell’unico romanzo di Alice Oseman tradotto in Italia, nonché suo primo romanzo: non temete però, Oscar Mondadori ha già annunciato che prossimamente pubblicherà altri titoli dell’autrice. Mi ha assolutamente conquistata, diventando uno dei miei libri preferiti: credo che meriterebbe di essere molto più conosciuto di quanto non lo sia.
Il desiderio di leggere Heartstopper quindi è stato immediato, grande e carico di aspettative. Molte, forse troppe.
Continua a leggere

Interviste #1 – Filippo Venturi

Oggi comincia un nuovo progetto, una nuova idea prende vita.
Quanti modi ci sono di vivere con e per i libri?
Con i libri in paradiso proverà a raccontarvelo con una serie di interviste a scrittori, librai, editori e mille figure di questo universo.
Sulla pagina instagram potete trovare sempre tutti gli aggiornamenti.


Filippo Venturi

OLYMPUS DIGITAL CAMERAFilippo Venturi nasce a Bologna, città in cui vive da sempre. Laureato in Giurisprudenza, è oste e scrittore ed esordisce nella narrativa nel 2010 con Intanto Dustin Hoffman non fa più un film (Pendragon). Nel 2012 scrive il suo primo romanzo, Forse in Paradiso incontro John Belushi, la cui copertina è disegnata da Luca Carboni. Nel 2013 partecipa alla stesura di Un saluto ai ragazzi, raccolta di racconti sulla squadra di pallacanestro della Fortitudo Bologna scritti a sei mani con i giornalisti Emilio Marrese e Cristiano Governa. Nel 2015 è uscito Un giorno come un altro, il suo secondo romanzo e dal 2016 per La Repubblica tiene la rubrica Dietro al banco, attraverso la quale, in una sorta di Tripadvisor al contrario, recensisce i suoi clienti. Sempre nel 2016 ha condotto una trasmissione radiofonica su Radio Bologna Uno dal titolo “Intanto Dustin Hoffman se ne va in radio.
Nel luglio del 2018, per Mondadori, è uscito il romanzo Il tortellino muore nel brodo che sarà seguito il 1 Giugno 2020 da Gli spaghetti alla bolognese non esistono.

Sito web Facebook Twitter Instagram

Ho conosciuto Filippo qualche anno fa, quando mi spedì una copia con dedica del suo libro Un giorno come un altro che io lessi e recensii qui. Poi ci siamo risentiti di nuovo tre anni dopo, quando nel 2018 è uscito il suo primo libro per Mondadori, Il tortellino muore nel brodo, che ho recensito qui.
Quando abbiamo iniziato a pensare a questa iniziativa (io con l’aiuto di una persona speciale che ringrazio tanto), mi è subito tornato in mente Filippo Venturi, che mi ha conquistato due volte con le sue storie, la sua ironia e i personaggi divertenti e autentici che riesce a creare. Così ho deciso di porre a lui per primo delle domande per raccontare il suo rapporto con la scrittura, con i libri.
Lui è stato tanto gentile e disponibile, mi ha dato delle risposte a dir poco bellissime: le ho rilette più volte e apprezzate parola per parola. Lo ringrazio davvero di cuore. Spero che sia per voi l’occasione di conoscere un talentuoso scrittore e l’inizio di un percorso da fare insieme.
Tra l’altro il 1 Giugno esce, sempre per Mondadori, Gli spaghetti alla bolognese non esistono il secondo libro che ha per protagonista Emilio Zucchini. Avete giusto il tempo di recuperare il libro precedente e di conoscere Emilio in questa intervista!
Buona lettura!
Continua a leggere